Seminiamo Perdono

Giovedì sera abbiamo avuto una bella opportunità, grazie all’esperienza che ci è stata messa a disposizione da una nostra volontaria, di condividere un percorso orientato sul PERDONO. L’incontro, organizzato e guidato da RoSi, master dell’International School of Forgiveness, si è svolto secondo i principi e i metodi diffusi ormai da anni, dal fondatore Daniel Lumera: ideatore e promotore di un filone di pensiero che riconosce alla capacità di perdonare se stessi e gli altri il valore di liberazione dalla schiavitù dell’odio e del risentimento, con benefici per la mente, il cuore, la salute e la quotidianità in generale. La tecnica del perdono in cui ci ha introdotto RoSi non è stata soltanto una tecnica di meditazione ma un vero e proprio momento conoscitivo di uno strumento da fare proprio: un’occasione per avvicinarsi a se stessi. Dopo un primo momento interattivo in cui i partecipanti hanno avuto la possibilità di condividere quel che intendevano come “perdono”, è seguita una spiegazione teorica. Successivamente RoSi ha guidato i partecipanti con dolcezza e consapevolezza verso un percorso di avvicinamento al mondo delle emozioni, e alle parti del corpo cui esse sono collegate: “Se tu dovessi pensare alla rabbia o a un episodio in cui hai provato rabbia, a quale parte del corpo lo assoceresti?”. Ad occhi chiusi ognuno si è lasciato guidare e introdurre verso il proprio mondo interiore, esplorando emozioni e sensazioni corporee. Inspirando ed espirando, provava a perdonare ciò che sentiva in quel momento, scoprendo pian piano che si può accogliere tutto di noi stessi, anche le emozioni che consideriamo negative. La tecnica del perdono è uno strumento pratico attraverso il quale si ha la possibilità di raggiungere uno stato armonico che coinvolge non soltanto dimensioni psichiche, ma anche fisiche, emozionali e coscienziali. Si tratta di un’occasione per ciascun individuo di liberarsi da situazioni negative, umori e sentimenti, come ad esempio il rancore fagocitato nelle incomprensioni. Questo approccio può essere uno strumento preziosissimo per ciascuno di noi, se usato con costanza e consapevolezza. Il nostro desiderio è di aver acceso una piccola luce di speranza, che faccia sentire le persone meno sole, e più consapevoli che il cambiamento è possibile.

Daniela e Paloma

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter